Il rally Bitcoin 2020/2021 è più sostenibile della corsa 2016/2017, poiché la domanda di questo bene è cresciuta in modo sostanziale, ha affermato CoinGecko.

Nel suo rapporto annuale sugli sviluppi nel campo della crittovaluta, la popolare risorsa di monitoraggio CoinGecko ha affermato che le prime 30 monete per limite di mercato hanno aggiunto in media il 300% nel 2020. Inoltre, il documento ha osservato che le monete stabili più utilizzate si sono avvicinate ai 30 miliardi di dollari in circolazione dopo un’impennata del 440%.

2020: Migliori prezzi

Il rapporto di CoinGecko ha rilevato che i massimali di mercato dei 30 principali asset di criptovaluta sono cresciuti di 552 miliardi di dollari (308%) nel 2020. Così, i risultati dell’anno scorso hanno superato significativamente i numeri del 2019, dove l’aumento è stato di 68 miliardi di dollari (62%).

La percentuale è leggermente diminuita se si esaminano solo le prime 5 valute crittografiche al 242%. Questa differenza è dovuta principalmente al Ripple (XRP), il cui valore è crollato alla fine del 2020 a seguito delle spese della SEC.

Vale anche la pena di notare che l’Ethereum è stata la valuta crittografica a grande capacità con le migliori prestazioni, con un aumento annuo del 472%. In confronto, BTC ha guadagnato „solo“ il 303% nel 2020.

Naturalmente, questo significava anche che l’Ethereum ha superato la Bitcoin Revolution in termini di dominanza del mercato. La posizione dominante di BTC è aumentata dello 0,9% al 73,7%, mentre quella dei PF è cresciuta del 3,6% all’11,5%.

Le monete stabili in circolazione hanno aggiunto il massimo nel 2020, con un aumento della domanda alle stelle. Le cinque attività più utilizzate, ovvero USDT, USDC, DAI, BUSD e PAX, sono aumentate di oltre 22 miliardi di dollari in termini di market cap a 27 miliardi di dollari, pari al 439%.

Il rapporto sostiene che questa impennata è stata causata „dalla forte domanda da parte dei trader nell’adozione di monete stabili per il trading e il regolamento delle transazioni transfrontaliere“.

Tether è rimasto lo stablecoin più dominante, con il 76% della quota di mercato, mentre DAI ha visto la crescita più sostanziale del 2.700%.

Il Rally 2020/2021 è più sostenibile?

CoinGecko ha superato i cicli di 730 giorni e ha confrontato la traiettoria del prezzo del bitcoin 2016-2017 con il rally BTC in corso. Il gennaio 2016 e il gennaio 2021 sono serviti come meta‘ del rapporto, in cui la criptovaluta ha registrato guadagni del 130% e del 303%, rispettivamente.

Tuttavia, il documento diceva che BTC ha raggiunto il picco alla fine del rally del 2016/2017 al 4,527%. Se l’asset dovesse imitare questi guadagni, il suo prezzo salirebbe alle stelle in un territorio a sei cifre.

Ciononostante, CoinGecko ha notato che il rally attuale sembra molto più sostenibile grazie a tre potenziali piloti primari.

  • Accessibilità – l’acquisto e la vendita di beni digitali è molto più facile ora con numerose nuove borse designate. Inoltre, le aziende con milioni di utenti, come Revolut e PayPal, hanno aggiunto anche servizi di criptovaluta.
  • Stimolo e inflazione – dopo lo scoppio della pandemia COVID-19, la maggior parte delle banche centrali ha adottato una politica monetaria „sciolta“. I trilioni di monete fiat stampate in un periodo relativamente breve hanno suscitato preoccupazioni per l’inflazione futura, il che, a sua volta, evidenzia l’offerta fissa di 21 milioni di BTC.
  • Adozione istituzionale – il documento ha delineato il numero di grandi società e istituzioni che hanno annunciato l’assegnazione di fondi in bitcoin negli ultimi mesi. Alcuni dei nomi includono MicroStrategy, Square, Ruffer Investment, e individui di alto valore netto come Paul Tudor Jones III e Stan Druckenmiller.